Rapporti scuola/famiglia

Affinché gli alunni possano usufruire al meglio dell'offerta formativa messa in campo, la scuola è chiamata a cooperare con la famiglia, tessendo con essa una fitta rete di rapporti interpersonali, educativi, culturali e sociali.
Rendere questo rapporto agevole, sereno e collaborativo spetta in eguale misura a tutti i soggetti che, a vario titolo e con ruoli diversi, intervengono nella formazione degli alunni, insegnanti, alunni, dirigenti, personale amministrativo e ausiliare.
Gli insegnanti organizzano la vita della classe in piena autonomia, nel rispetto della normativa vigente, formulando linee di comportamento che, spiegate e motivate ai genitori, costituiscono patrimonio di regole comuni da rispettare.

La collaborazione scuola famiglia si esplica attraverso:

    • la partecipazione agli Organi Collegiali (Consiglio d'Istituto, Collegio dei Docenti, Consiglio di Classe, di Interclasse e di Intersezione),

 

    • mediante colloqui quindicinali genitore-docente in orario antimeridiano secondo il calendario pubblicato all'albo della scuola,

 

    • mediante colloqui periodici genitore - gruppo docente in orario pomeridiano secondo il calendario pubblicato all'albo della scuola,

 

    • attraverso la condivisione del patto di corresponsabilità educativa.

 

Il Dirigente Scolastico riceve il lunedì ed il mercoledì, dalle 10.00 alle 12.00 e previo appuntamento.

Agli uffici di segreteria si può accedere negli orari previsti: dalle ore 09.00 alle ore 12.00 dei giorni dispari.